C’era una volta una verde foresta dove gli animali vivevano insieme e tanti bellissimi fiori crescevano. Un giorno però d’improvviso scoppio un incendio e tutto comincio ad ardere tra fumo denso e lingue di fuoco alte e minacciose. Gli animali scapparono tutti e rimasero lì, al bordo della foresta a guardare la loro casa che bruciava. Ad un tratto videro nel cielo un puntino nero che a gran velocità invece di scappare dall’incendio ci volava incontro. A quel punto il Leone, Re della foresta e suo diretto responsabile disse : “Dove vai piccoletto?!? Sei pazzo!!! Morirai tra quelle fiamme!!”
L’uccellino dallo scuro piumaggio e dal lungo becco rispose:
“Io?! Io vado a spegnere l’incedio.”
Effettivamente la giraffa che aveva un collo molto lungo notò che, appesa al lungo becco dell’uccellino, c’era una goccia d’acqua e schernendolo disse:
“E credi veramente con quella misera goccia di salvare la foresta?!?”
“Io faccio la mia parte” rispose l’uccellino. Tutti gli animali a quel punto si ammutolirono.
Il piccolo volò per infiniti viaggi trasportando infine goccie ed alla fine con infinito sacrificio spense l’incendio.
Ahimè ormai tutte le piume dell’uccellino erano avvizzite ed arse dal fuoco e lui stanco morto per la fatica, una volta spento l’incendio, si lascio cadere giù nella foresta. Tutti gli animali rimasero attoniti a fissarlo per un po’, poi se ne tornarono ognuno nella propria parte della foresta.
Al suo risveglio però una cosa incredibile era avvenuta. Al posto delle poche piume nere e bruciacchiate erano comparse tantissime piume dalle mille sfumature e le sue ali ora volavano alla velocità della luce.
Quando videro il piccoletto, ora tutto colorato, sfrecciare di nuovo per i cieli della foresta gli altri animali capirono subito di chi si trattava. Era quello che aveva spento l’incendio.
Era il Colibrì che da piccolo ed insignificante uccellino, facendo il suo dovere con coraggio, era diventato un eroe.

E’ questa favola ascoltata più di vent’anni fa che ha dato il nome a questo progetto.

Un progetto questo, che prima di occuparsi dei trend di stagione e del fashion business, pone al centro le persone e i loro bisogni, le loro aspirazioni.

Ogni nostra collezione parte dalla ricerca in strada, non solo dallo studio degli influencer ma soprattutto da quello che realmente indossate, attingendo poi a tutte le nostre passioni come l’arte, il cinema e la letteratura.

Poi attraverso una qualificata squadra di collaboratori locali, Le Piume del Colibrì unisce l’artigianalità ormai persa dei laboratori di una volta con un design attuale ed insieme senza tempo, perché animato dall’amore per il retrò ed il vintage. Collezioni concrete come le texture ed i colori scelti, che hanno come primo obbiettivo l’accessibilità e l’indossabilità, il comfort inteso come il sentirsi nei propri vestiti. La missione di ogni stagione è quella di creare capi che accompagneranno le vostre giornate senza farsi “sentire”; un’idea nuova di abbigliamento in funzione delle vostre vite. Abiti pieni di storia pronti ad assorbire anche la vostra di storia.

Le Collezioni di stagione in stagione sono concepite per durare all’interno dell’armadio e non morire nel giro di pochi mesi perché guidate dall’essenzialità delle linee e dalla qualità delle materie prime. Capi che possono essere interpretati e mixati secondo i gusti e le fisicità più diverse. Un guardaroba che cambia e si reinventa a seconda di chi lo indossa.